AWS Access Key ID: AKIAJ7DQPOFOBGXYDSLA. You are submitting requests too quickly. Please retry your requests at a slower rate. Competizioni Sportive - Rallies - Parte 1

I Rallies 1/2

RallyI Railies sono manifestazioni di regolarità che si svolgono lungo percorsi suddivisi in settori in ciascuno dei quali sono compresi, di norma, tratti di regolarità aperti alla circolazione stradale dove è obbligatorio il rispetto delle norme del Codice della Strada, e tratti a velocità libera chiusi alla circolazione stradale (Prove Speciali). Il percorso che non è impegnato dalle prove speciali è denominato “percorso di trasferimento”(est ratto dell’art. 21, lettera A del RNS).

Nel corso dei Rally prende posto a bordo della vettura un equipaggio formato da un pilota ed un navigatore: dal punto di vista regolamentare è consentito ad entrambi di guidare mentre in pratica i ruoli sono prefissati perché estremamente specialistici.

Glossario

Già nella definizione di questa tipologia di gara sono compresi alcuni termini che, oltre alloro significato ordinario, assumono una valenza gergale di uso comune allorquando essi vengono utilizzati in questo specifico contesto agonistico. Prima di passare all’esposizione generale è opportuno riepilogare le locuzioni più ricorrenti.

Settore: E’ il tratto di percorso compreso tra due Controlli Orari.

Sezione: E’ il tratto di percorso, composto da più Settori, compreso tra la partenza e il primo Riordinamento, tra due Riordinamenti, tra l’ultimo Riordinamento

Controllo Orario (C.O.): Rilevazione dell’orario di transito di una vettura da un determinato luogo.

Controllo a Timbro (C.T.): Rilevazione del transito da un determinato luogo.

Prova Speciale (P.S.): Tratto del settore a velocità libera chiuso alla circolazione ordinaria

Trasferimento: Tratto del percorso nel quale vige Il rispetto del Codice della Strada perché in regime di circolazione

Controllo Stop (C.Stop): Posizione presso la quale al termine di una P.S. Le vetture debbono sostare per consentire l'annotazione sulla Tabella di Marcia del tempo impiegato a percorrere la P.S. Stessa.

Controllo Stop: Postazione di rilevazione dell’orario di partenza della P.S.

Fine P.S.: Postazione di rilevazione dell’orario di arrivo della P.S.

Tabella Distanze e Tempi (D&T): Riepilogo tabellare dei dati riguardanti tutti i settori che compongono il percorso del raily; in essa sono riportati la l4nghezza di ogni settore, il tempo imposto per percorrerla e la media relativa.

Tempo Imposto: E’ il tempo in ore e minuti concesso per percorrere (obbligatoriamente) un determinato Settore

Riordinamento: riordino, è un settore di ridottissima distanza in cui le auto sostano e si raggruppano; è utilizzato per ricompattare la carovana chiudendo i vuoti lasciati dalle vetture ritirate.

Assistenza: Intervento di rifornimento, di riparazione o di sostituzione di parti della vettura e dei pneumatici.

Parco Assistenza (P.A.): Settore nel quale sono consentite le operazioni di assistenza (in genere piazza li o zone di ampio spazio).

Parco Partenza: Recinto in cui sono custodite le vetture prima della partenza

Tabella di Marcia: Documento di ogni vettura sul quale sono riportati tutti gli orari di transito rilevati, siano essi C.O., Start e Fine P.S.

Road Book: definito ,è costituito da un’insieme di vignette e relative informazioni dettagliate sui luoghi attraversati, sulle distanze da percorrere e sulla direzione da seguire per spostarsi da un C.O. al successivo. Copre tutti i settori del percorso.

Navigatore: Componente dell’equipaggio che ha il compito di fornire indicazioni al pilota circa il percorso da seguire e l’andatura da adottare.

Modalità di svolgimento

Anche nei rallies, così come nelle cronoscalate, le vetture corrono singolarmente ed il loro procedere lungo tutto il percorso è dettato dal cronometro.

La classifica finale di un rally è costruita sommando per ogni vettura in gara tutti i tempi che essa ha impiegato nel percorrere le Prove Speciali; a questo totale parziale sono aggiunte le eventuali penalità applicate per gli anticipi o i ritardi maturati ai transiti dei Controlli Orari rispetto all’ora teorica calcolata applicando i tempi imposti in ogni Settore del percorso. E’, dunque, importante non soltanto essere rapidi nel percorrere le P.S. ma anche estremamente regolari nel rispettare i tempi imposti nei vari settori in cui è diviso il percorso.

Il percorso è suddiviso in tanti settori, ognuno dei quali deve essere percorso ad una media pari o inferiore a 50 km/h; Controllo Orario chiude un settore e dà inizio al successivo.

Si ricorda che, per definizione, anche il Riordino ed il Parco Assistenza costituiscono settori perché compresi tra due C.O. anche se, in sostanza, le vetture hanno ridottissime distanze da percorrere tra il CO di ingresso ed il CO di uscita. Attenzione! Nei Riordinamenti vige il regime di parco chiuso.

Si ricorda che le Prove Speciali possono essere percorse a velocità libera, ma l’intero settore ha una media imposta inferiore a 50 km/h. L’organizzatore, dunque, deve predisporre i settori in modo che nel rimanente tratto di trasferimento possa essere recuperata facilmente la media indicata.

La rilevazione dell’ora di transito ai CO è effettuata al minuto, mentre quella a fine PS avviene al decimo di secondo.

L’ora ufficiale del rally è quella segnata dalla stazione DCF77 di Francoforte, rimbalzata in tutta Europa mediante satellite. E’ di basilare importanza che tutti cronometri in funzione con temporaneamente sull’intero percorso segnino la stessa ora. tale motivo, a bordo di una delle vetture apripista che precede le auto in gara prenderà posto un cronometrista che reca con se un apparato sincronizzatore: tale apparato, rilevando il segnale dal satellite, mediante connessione diretta Io trasferisce ai cronometri elettronici di tutte le postazioni.

La Struttura di gestione della gara

La struttura principale è identica a quella precedentemente vista nel Capitolo 2.3 - pagina 15, con la conferma delle presenza dell’Addetto alle Relazioni con i Concorrenti che, oltre che nella località delle verifiche, nel Parco Partenza e nel Parco Chiuso, è presente nei Riordinamenti e/o nei Parchi Assistenza.

Quel che cambia è invece la distribuzione degli incarichi tra i CC.PP. che sono organizzati sotto il coordinamento di un Capo Prova (o Capo Settore), mentre le Postazioni Intermedie sono gestite da Capi Posto.

Per una migliore comprensione degli incarichi si rimanda ai punti successivi.

Il Servizio Comunicazioni è generalmente affidato alle Associazioni dei Radioamatori (ARI) tesserati sono muniti di licenza rilasciata dal Ministero delle Comunicazioni e, pertanto sono abilitati alle trasmissioni via etere su territori così vasti. La Direzione di Gara dovrà essere in grado di comunicare con le postazioni di Start e di Controllo Stop di ogni P.S. e, possibilmente, anche con le Postazioni Intermedie mentre l’intera maglia della P.S. dovrà essere in contatto almeno con il proprio Start e Stop a loro volta in collegamento.

Pertanto, la postazione accederà all’intera rete di comunicazione per il tramite del proprio operatore radio.

Con la copertura sempre più capillare della telefonia mobile, è opportuno che nell’Ordine di Servizio sia riportato anche il numero di cellulare responsabili delle postazioni principali, ancor meglio di tutti i CC.PP. presenti sul tracciato, e della Direzione di Gara. Tanto per consentire i contatti diretti anche con i commissari isolati dalle postazioni intermedie.

Le misure di sicurezza

VETTURA - L’impianto di estinzione delle auto che partecipano ai rallies deve prevedere anche un circuito supplementare che, mediante due ugelli posti in posizione appropriata, sia in grado di spruzzare il materiale estinguente sui due componenti dell’equipaggio; si ricorre a questa ulteriore misura perché si presume che i tempi di intervento possano essere più ritardati rispetto alle gare di velocità.

Ogni vettura dovrà avere a bordo un triangolo rosso che in caso di arresto dovrà essere collocato almeno 50 metri prima in modo visibile dalle auto che sopraggiungono. Inoltre ogni vettura sarà dotata dei seguenti due cartelli, in genere inseriti in coda al Road Book.

In caso di incidente senza conseguenze personali, questo cartello riportante il proprio numero di gara deve essere mostrato dall’equipaggio ad almeno 3 vetture e, se presente, all’elicottero di soccorso.

Questo cartello, invece, deve essere esposto in caso di richiesta di intervento medico. Le vetture che seguono e che dovessero rilevarlo hanno l’obbligo di fermarsi presso la prima postazione radio che incontreranno per comunicare la richiesta e consentire l’attivazione del soccorso.

Inoltre, nei rallies che si corrono su terra debbono essere montate delle linguette paraspruzzi ogni ruota in modo da non sollevare pietre e fango che potrebbero investire il pubblico ed eventuali altre vetture giunte a distanza ravvicinata.

Foto di Dez&John3313 (http://www.flickr.com/photos/25349554@N03/)

Precedente « Parte 10/12 » Successiva

articolo a cura di Massimiliano Carnevale

Ultimi articoli aggiunti
  1. Volano Bimassa riparazione, uso e consigli - Il volano bimassa: invenzione geniale ma fonte di qualche grattacapo
  2. Tail of the Dragon - La coda del dragone - Us Route 129 - 318 curve in rapida successione: tutto questo solo sulla Tail of the Dragon
  3. Elenco Autovelox - Di seguito pubblichiamo la lista degli Autovelox fissi presenti sulle strade e autostrade italiane aggiornato alla data di pubblicazione dell'articolo.
  4. Tolleranze e multe - Il codice della strada, per ovviare agli errori di misurazione insiti in qualunque strumento di misura ha introdotto delle tolleranze per far sì che tali errori non si ripercuotano sui conducenti
  5. Elenco dei Tutor presenti in Italia - Elenco dettagliato di tutti i Tutor presenti in Italia